Sulla Giurisdizione in materia di utilizzo delle graduatorie

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 24878/2017  si espressa in favore della giurisdizione del Giudice Amministrativo nel caso in cui la pretesa giudiziale al riconoscimento del diritto all’assunzione sia consequenziale alla negazione degli effetti del provvedimento che
disponga di non coprire più (o di coprire diversamente) il posto resosi
vacante, anziché avvalersi dello scorrimento della graduatoria del
concorso anteriormente espletato. E ciò perché in tal caso si è in presenza ad una
contestazione che investe l’esercizio del potere dell’amministrazione,
cui corrisponde una situazione di interesse legittimo, tutelabile
innanzi al giudice amministrativo ai sensi dell’art. 63, comma quarto,
del d.P.R. n. 165 dei 2001 (v. le sentenze di queste S.U. n.
26272/16, n. 10404/13, n. 3170/11, n. 24185/09 e n. 16527/08).